Studio legale dell'Avvocato Gianfranco Sapia

Circa admin

Questo autore non ha riempito alcun dettaglio.
Finora admin ha creato 10 post nel blog.

ANTIRICICLAGGIO: LEGITTIMO IL LICENZIAMENTO DEL DIRETTORE DELLE POSTE CHE NON EFFETTUA LE SEGNALAZIONI DI OPERAZIONI SOSPETTE

E' quanto ha stabilito la corte di cassazione con la sentenza n. 30680 del 27/11/2018. Come noto il dlgs 231/2017 pone a carico dei soggetti destinatari della norma l'obbligo di segnalare operazioni a rischio riciclaggio (c.d. sospette). Nel caso esaminato dalla Cassazione, Il direttore di un ufficio postale, pur in presenza di prelievi e versamenti consistenti, [...]

Di |2020-11-12T10:08:02+01:00Ottobre 12th, 2020|Compliance e aziende|0 Commenti

L’EX MOGLIE CHE USA LA PASSWORD DEL MARITO PER ACCEDERE ALLA POSTA ELETTRONICA COMMETTE IL REATO DI CUI ALL’ART. 615 TER C.P.

E' quanto ha stabilito la Corte di Cassazione con la sentenza 52572/2017 che ritiene integrato il reato di cui all'art. 615 ter c.p. (accesso abusivo ad un sistema informatico) nella condotta dell'ex moglie che, avendo ricevuto dal marito la password per accedere alla casella di posta, la utilizza dopo la fine del matrimonio per accedere alla [...]

Di |2020-11-12T10:07:02+01:00Settembre 21st, 2020|Diritto penale, Internet e tecnologie|Commenti disabilitati su L’EX MOGLIE CHE USA LA PASSWORD DEL MARITO PER ACCEDERE ALLA POSTA ELETTRONICA COMMETTE IL REATO DI CUI ALL’ART. 615 TER C.P.

REGISTRAZIONI NASCOSTE TRA “DIPENDENTI” COLLEGHI DI LAVORO, SECONDO LA CASSAZIONE NON INTEGRA ILLECITO DISCIPLINARE MA …

Secondo la Suprema Corte (Cassazione Civile, sez. Lavoro, n. 12534/2019) l'utilizzo a fini difensivi di registrazioni di colloqui tra il dipendente e i colleghi sul luogo di lavoro non necessita del consenso dei presenti, in ragione dell'imprescindibile necessità di bilanciare le contrapposte istanze della riservatezza da una parte e della tutela giurisdizionale del diritto dall'altra e [...]

Di |2020-11-12T10:05:48+01:00Giugno 2nd, 2020|Compliance e aziende, Diritto civile, Privacy|0 Commenti

007 IMPROVVISATO SPIA CON UNA MICROCAMERA NEL BAGNO DELL’UFFICIO? COMMETTE IL REATO DI CUI ALL’ART. 615 BIS C.P.

Un professionista, titolare dello Studio, colloca nel bagno riservato alle donne una penna nella quale era nascosta una micro-telecamera con la quale era possibile sbirciare le sue dipendenti all'interno della toilette. Ma qualcuna se ne accorge e presenta querela nei confronti del datore di lavoro. La Corte di Cassazione, nel confermare la sentenza della Corte di [...]

Di |2020-11-12T10:08:56+01:00Maggio 5th, 2020|Diritto penale, Internet e tecnologie, Privacy|0 Commenti

FOTO DEI FIGLI MINORI SU FACEBOOK: NECESSARIO IL CONSENSO DI ENTRAMBI I GENITORI

E’ quanto ha deciso il Tribunale di Mantova con una sentenza del 2017. Il Giudice, dopo avere richiamato le norme in tema di tutela dell’immagine (articolo 10 del Codice civile), della tutela della riservatezza dei dati personali (decreto legislativo 196 del 2013), dei diritti dell’infanzia (Convenzione di New York) ha ritenuto che per postare le foto [...]

Chiedere insistentemente alla badante di consumare un rapporto sessuale è reato?

Secondo la Cassazione chiedere con insistenza alla badante (dell'anziano suocero) di consumare un rapporto sessuale non è reato ove le sollecitazioni non superino il limite, moralmente deprecabile ma penalmente irrilevante, della grottesca ed inurbana richiesta di “amori ancillari”. E' quanto ha stabilito la Suprema Corte con la sentenza 16 luglio 2019, n. 31195 nel valutare la responsabilità penale (ritenuta sussistente [...]

Di |2020-02-09T18:23:50+01:00Luglio 25th, 2019|Diritto penale|0 Commenti

IL BLOGGER È RESPONSABILE DEI COMMENTI OFFENSIVI PUBBLICATI DA TERZI SUL SUO BLOG ?

Secondo la Corte di Cassazione SI. Invero la Suprema Corte (sent. Cass. pen. Sez. V, Sent., (ud. 08-11-2018) 20-03-2019, n. 12546) ha stabilito che  la non tempestiva attivazione da parte del titolare del blog al fine di rimuovere i commenti offensivi pubblicati da soggetti terzi sul suo blog equivale (non al mancato impedimento dell'evento diffamatorio [...]

Di |2020-02-09T18:24:42+01:00Maggio 2nd, 2019|Diritto penale, Internet e tecnologie|0 Commenti

FACEBOOK: PER LA SUPREMA CORTE NIENTE DIFFAMAZIONE SE NON C’È L’ACCERTAMENTO DELL’INDIRIZZO IP

E' quanto ha stabilito la Corte di Cassazione con la sentenza 5532 depositata il 5 febbraio 2018. Nel caso esaminato la Corte di Cassazione ha ritenuto che il nickname utilizzato per pubblicare frasi offensive potrebbe essere stato utilizzato da persona diversa dal titolare del profilo facebook. E' quindi parere della Suprema Corte che solo l'IP avrebbe consentito [...]

Di |2020-02-09T18:26:16+01:00Febbraio 20th, 2018|Internet e tecnologie, Privacy|0 Commenti

PARCHEGGIARE SUL POSTO RISERVATO AD UNA DETERMINATA PERSONA DISABILE PUÒ INTEGRARE IL REATO DI VIOLENZA PRIVATA

E' quanto deciso dalla Corte di Cassazione con la Sentenza 17794 del 7 aprile 2017, secondo cui quando lo spazio è espressamente riservato ad una determinata persona, per ragioni attinenti al suo stato di salute alla generica violazione della norma sulla circolazione stradale si aggiunge l'impedimento al singolo cittadino a cui è riservato lo stallo [...]

Di |2020-02-09T18:27:41+01:00Aprile 29th, 2017|Diritto penale|0 Commenti

E’ STALKING PERSEGUITARE L’EX AMANTE SU FACEBOOK

Una storia dai contorni "boccacceschi" ma con gravi risvolti penali. Una donna rivela la sua relazione con un uomo sposato alla moglie di quest'ultimo. Quest'ultimo,  in crisi matrimoniale per la rivelazione, crea per vendicarsi dell'ex un profilo facebook denominato "lapidiamo la rovina famiglie" postando video e immagini dell'ex amante e da qui la denuncia di quest'ultima. La [...]

Di |2020-02-09T18:29:52+01:00Marzo 12th, 2017|Diritto penale, Internet e tecnologie, Privacy|0 Commenti